Agnelli: da oltre un secolo protagonisti della cucina Italiana

“Ad ogni metodo di cottura la sua forma e il suo materiale”
questo è il leitmotiv che ci guida nello sviluppo di oltre 2000 prodotti (alluminio, antiaderente, inossidabile, 3-Ply, rame ecc.).

Più di un secolo di storia:
• 1 milione di pentole all’anno
• 60 paesi in cui vengono distribuite le pentole Agnelli
• 250 distributori solo in Italia
• 3 Showroom: Bergamo, Roma e New York
• 1 Galleria di pentole professionali dei primi del ‘900
• 13 linee di prodotti a catalogo
• 1 centro di ricerca Cooking Lab fondato nel 2002
• Più di 500 chef in visita in azienda
• 20 scuole di cucina in Italia usano pentole Agnelli
• 500 scuole superiori e università in tutto il mondo usano pentole Agnelli

Il Cavalier Baldassare Agnelli realizzò le prime pentole professionali in alluminio nel 1907.
Sin dagli inizi, Pentole Agnelli si è contraddistinta per prodotti in alluminio impermeabili, resistenti ad alte temperature e capaci di trasmettere calore all’intera superficie senza alcuna interazione chimica. Una vera formula vincente.

La strada intrapresa da Baldassare Agnelli viene portata avanti dal figlio Angelo, seguito poi dalla terza e dalla quarta generazione unite nella filosofia Pentole ispirate agli Chef.

Pentole Agnelli combina sapientemente tradizione e innovazione sviluppando pentole professionali che sappiano dare un importante contributo in cucina.

D’altra parte, in cucina, tutto passa per le pentole.

Le pentole Agnelli si caratterizzano per un equilibrato rapporto tra spessore e peso dei materiali, studiato per sfruttare al meglio le caratteristiche di ogni materiale e massimizzare la resistenza agli shock termici. Il trattamento speciale del rivestimento antiaderente rende i prodotti più resistenti, sicuri, facili da pulire ed estremamente adatti a una dieta povera di grassi.
Agnelli, inoltre, ha saputo accompagnare i materiali di alta qualità ad un’ estetica raffinata ed elegante, sviluppando alcune linee di prodotto appositamente per essere utilizzate di fronte al pubblico anziché solo in cucina.